Dettagli

Tecnologia di rifilatura WireDress®

Possibilità completamente nuove nella rettifica con mole CBN e diamantate con agglomerante metallico: grazie a WireDress® di STUDER. Questa innovativa tecnologia di ravvivatura a elettroerosione integrata permette non solo di ridurre considerevolmente i tempi morti, ma anche di ravvivare con la massima precisione e a piena velocità di lavoro a bordo della rettificatrice

Ma come funziona questa tecnologia per la rettifica?

Michael Klotz, Project Manager Development di Fritz Studer AG, spiega così: "“È noto che le mole con agglomerante metallico hanno una durata e una stabilità di forma molto maggiori nella lavorazione di pezzi difficilmente truciolabili ed offrono in ultima analisi una maggiore produttività. Un aspetto problematico è rappresentato dal fatto che, con i procedimenti convenzionali, gli agglomeranti metallici sono ravvivabili solo molto limitatamente sulla macchina. Si produce inoltre un’elevata usura del ravvivatore, associata a bassa efficienza di taglio. Non sono quindi adatti se si richiede una qualità di lavorazione elevata e costante e una ravvivatura semplice. Questa è la ragione per cui l’agglomerante “migliore”, quello metallico, viene utilizzato solo di rado.

STUDER ha quindi sviluppato, in collaborazione con partner tecnologici, la tecnologia di rifilatura WireDress® integrata nella macchina. La ravvivatura si svolge in questo caso a piena velocità di rettifica della mola. A differenza di quanto accade con la ravvivatura EDM tradizionale, meccanica oesterna, la ravvivatura con WireDress® si svolge mediante erosione a filo modificata nella rettificatrice, utilizzando l’olio di rettifica come dielettrico. Il processo di ravvivatura avviene senza contatto meccanico e senza usura. Il processo non consiste nella ravvivatura dei grani abrasivi, ma nell’asportazione dell’agglomerante metallico. Secondo la geometria del grano abrasivo, questo semplicemente fuoriesce o mantiene inalterata l’abrasività. La mola presenta quindi un’accentuata sporgenza dei grani per la massima capacità di taglio, con basse forze di rettifica e ridotta tendenza al danno termico. Con WireDress® è ora possibile sfruttare tutti i vantaggi dell’agglomerante metallico. Ottimizzando la stabilità di forma dell’agglomerante è possibile ravvivare praticamente tutti i profili con precisione e tolleranze nell’ordine di µm. Si possono inoltre mantenere lunghi intervalli di ravvivatura.

Ancora un altro vantaggio: ora è possibile lavorare con precisione anche le geometrie più piccole e complesse che, fino ad oggi, non potevano essere lavorate o comportavano alti costi di produzione. È possibile realizzare aumenti di produttività di almeno il 30% rispetto alla rettifica con utensili ad agglomerante ceramico, e ancor più rispetto agli agglomeranti resinoidi. Con una mola con agglomerante metallico sinterizzato si può spingersi oltre il limite ravvivando la mola ripetutamente sulla macchina; con mole in lega galvanica questo è possibile solo una volta.

« Utilizzare questo limite senza timore - questo permette anche la massima economicità »
Michael Klotz, responsabile del progetto di sviluppo di Fritz Studer AG

WireDress® - la nuova generazione

Fino ad oggi WireDress® aveva uno svantaggio. Il dispositivo occupava molto posto e l’operatore non poteva sfruttare l’intera distanza tra le punte della macchina. Ora STUDER porta la nuova generazione sul mercato. Oggi WireDress® è molto più compatto e si trova direttamente dietro la testa portapezzo, è pertanto più flessibile nell’uso e più potente del suo precedessore.

La situazione è cambiata rispetto al modello precedente.

  • Ora l’intera distanza tra le punte è utilizzabile, il dispositivo di ravvivatura, posto dietro la testa porta pezzo, non crea limitazioni.
  • WireDress® di nuova generazione riduce del 20% i tempi di ravvivatura rispetto al modello precedente.
  • WireDress® è un dispositivo di ravvivatura a installazione destra o sinistra e può essere ruotato automaticamente in due posizioni
  • La rotazione consente ora la ravvivatura di spallamenti più alti e profili più profondi con un dispositivo di ravvivatura universale
  • Ora è possibile ravvivare mole a grana grossa B151 (D151) per ottenere la massima capacità di truciolatura (in funzione dell’agglomerante)
  • Il sistema prevede un controllo a sensori più esteso

Conclusione

Grazie a WireDress®, la ravvivatura delle mole con legante metallico è ormai un gioco da ragazzi. STUDER è convinta che questo permetterà agli utenti di aumentare enormemente la produttività e la precisione nella rettifica di carburo di tungsteno, acciaio e ceramica.

Homepage
Global Group
it Change Language